Torta alle fragole con pan di spagna al cocco e crema di ricotta

Difficoltà: facile  Tempo di preparazione: 40 minuti  Tempo di cottura: 30 minuti

Buongiorno amici!
Oggi concludo la settimana lasciandovi la ricetta di questa torta alle fragole,davvero squisita.
Per questa torta ho preparato un pan di spagna al cocco e una crema di ricotta alle fragole, un abbinamento che ho provato per la prima volta. Il sapore delicato del cocco e la la consistenza della crema sono due elementi fondamentali che si sposano benissimo...
...e le fragole non possono mai mancare per dare un tocco in più al dolce.
Vi lascio uno zuccheroso saluto e auguro a tutti voi un buon fine settimana!

Ingredienti per la torta alle fragole:
…per il pan di spagna al cocco (tortiera da 24 cm)
> 6 uova
> 180 gr di zucchero
> 150 gr di farina
> 60 gr di farina di cocco
> 1 bustina di lievito per dolci
> Un pizzico di sale
…per la farcitura
> 500 gr di ricotta fresca
> 250 gr di zucchero semolato
> 160 gr di fragole

…per la bagna
> 500 ml di latte
…per decorare
> 400 gr di panna montata
> 2 cucchiai di zucchero a velo
> 200 gr di fragole


Procedimento
Come prima cosa preparate il pan di spagna al cocco


Montate le uova (tenute a temperatura ambiente) con lo zucchero e un pizzico di sale, lavorarli almeno 15/20 minuti finchè raddoppieranno di volume.
Unite le due farine setacciate e il lievito mescolando con una spatola molto delicatamente.



Imburrate ed infarinate uno stampo da forno, quindi versare l’impasto del pan di spagna e infornate a 180° per 30 minuti in forno già caldo.
Una volta cotto, sfornate e lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate la crema per farcire la torta



Setacciate la ricotta e lavorarla leggermente con un cucchiaio di legno, dopo unire anche lo zucchero e mescolate (meglio se con le fruste elettriche) fino a rendere la crema omogenea e priva di grumi.
Adesso, dopo aver lavato per bene le fragole e private del loro picciolo, fateli a piccoli pezzi e unirli alla crema di ricotta, mescolate delicatamente.


Tagliate il pan di spagna in due, o se preferite in tre strati, posizionate il primo disco su un vassoio e bagnarlo abbondantemente con il latte.
Farcire quindi il pan di spagna con la crema di ricotta alle fragole.


Riporre il secondo strato di pan di spagna e bagnarlo con il restante latte.
Montate la panna con due cucchiai di zucchero a velo e coprite tutta la superficie della torta in modo uniforme.


Decorate la vostra torta (a piacere) con dei ciuffetti di panna montata e con le fragole, quindi riponete la torta in frigo per un paio di ore prima di servirla.



Cornetti Sfogliati

Difficoltà: media  Tempo di preparazione: 45 minuti + il tempo della lievitazione 
Tempo di cottura: 20 minuti

Dopo varie ricerche finalmente sono riuscita a trovare la ricetta dei cornetti sfogliati, proprio come quelli del bar!
Curiosando nei vari blog di cucina, ho notato che alcuni di questi avevano pubblicato quasi la stessa ricetta dei cornetti, con qualche modifica, ma molto simile tra di loro. Così mi sono armata di santa pazienza e li ho fatti anche io!
Ho preso come spunto queste due ricette prese da qui e qui, con un procedimento e una descrizione molto dettagliata, per non parlare poi delle foto che parlano da sole. Il risultato è stato meglio di quanto mi aspettassi. Una vera soddisfazione! Con questa ricetta oltre ai cornetti ci si possono fare altre forme come le treccine e i sacottini. Quindi che dirvi, provate a farli! Non abbiate timore di non farcela! So bene che il procedimento è un tantino lungo, ma ne varrà la pena e il risultato non vi deluderà.
Buona giornata a tutti, alla prossima!

Ingredienti per 16 cornetti:
...per il poolish
> 75 gr di farina 0 manitoba
> 75 gr di farina 00
> 20 gr di lievito di birra
> 170 gr di acqua tiepida
...per il secondo impasto
> 190 gr di farina 0 manitoba
> 190 gr di farina 00
> 10 gr di sale
> 1 tuorlo
> 100 gr di zucchero semolato
> 120 ml di latte
> 30 gr di burro
> 1 bustina di vanillina
> 1 cucchiaino di essenza di panettone

...per la sfogliatura
> 250 gr di burro
> 20 gr di farina


> 1 uovo per spennellare
> granella di zucchero

Procedimento
Come prima cosa preparate il poolish



In una ciotola sciogliete il lievito con l'acqua tiepida, aggiungete le due farine setacciate e mescolate il tutto con un cucchiaio. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate riposare in forno spento per 1 ora.
Nel frattempo prendete il burro (il panetto da 250 gr), cospargetelo leggermente di farina e con il mattarello stendetelo, tra due fogli di carta forno, creando un rettangolo di 26x20cm. 
Un sistema pratico e infallibile per dare al burro la forma perfetta di un rettangolo: create un pacchetto rettangolare con i fogli di carta forno, infilate il burro all'interno e sigillate i bordi del pacchetto, adesso stendete il burro con il mattarello fino a riempire tutti gli spazi. Riponete il burro in frigo.

Preparate il secondo impasto



Trascorsa 1 ora, prendete il poolish e trasferirlo nell'impastatrice, setacciate le due farine e aggiungetene solo 4 cucchiai, impastate velocemente. 




Aggiungete anche il tuorlo e impastate ancora. Quando il tuorlo sarà completamente assorbito aggiungete metà dello zucchero e due cucchiai di farina, unite l'altra metà di zucchero e per ultimo il sale. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, dopodichè aggiungete la restante farina e il latte alternandoli fino ad esaurirli, infine aggiungete la vanillina e l'essenza (o altri aromi a piacere). Continuate ad impastare a velocità bassa, unite i 30 gr di burro ammorbidito aggiungendolo a piccoli pezzi. 




L'impasto dovrà risultare molto morbido ed elastico. Trasferite l'impasto in un contenitore, schiacciatelo bene e copritelo con la pellicola alimentare facendola attaccare sulla superficie dell'impasto, mettetelo in frigo e lasciate riposare per 1 ora.

1° piega
(In questa fase mancano le foto del procedimento, quanto prima provvedo ad inserirle)
Tirate fuori il burro e lasciatelo per una decina di minuti a temperatura ambiente.
Prendete dal frigo anche l’impasto, infarinate il piano di lavoro e stendete un rettangolo di 38x22cm, adagiatevi sopra il burro e posizionarlo nella parte inferiore.
Piegate l’impasto a portafoglio, portando la parte libera del rettangolo verso il centro, ora chiudete il panetto sovrapponendo la parte inferiore.
Girate il panetto e posizionarlo con il lato aperto alla vostra destra, chiudere con le dita i bordi e stendete con il mattarello. Ridate al panetto di nuovo la forma di un rettangolo, rifate le pieghe (come descritto sopra), coprite con carta forno e lasciatelo riposare in frigo per 40 minuti.

2° piega
Trascorsi i 40 minuti, riprendete l’impasto, disponetelo ancora sul piano di lavoro infarinato e posizionarlo con il lato corto rivolto verso di voi e la parte aperta alla vostra destra. Stendete l’impasto di nuovo con il mattarello, create un rettangolo, rifate le pieghe, coprite e riponete in frigo per 40 minuti ancora.

3° piega
Infine, alla terza e ultima piega stendete l’impasto, fate le pieghe (seguendo la spiegazione sopra) e riponete in frigo per 1 ora.
A questo punto, l’impasto sarà pronto per essere steso.
Tirate fuori l’impasto dal frigo e stenderlo in un rettangolo lungo e stretto, spesso 7/8mm e tagliate tanti triangoli isosceli.
Praticate un taglio piccolo al centro della base dei triangoli.
Formate i cornetti, partendo dalla base girandolo fino ad arrivare verso la punta, tirandola delicatamente con le dita in modo da far più giri (più lungo sarà il triangolo, più giri si riusciranno a fare e più bella verrà la forma del cornetto). La punta dovrà essere nella parte inferiore del cornetto in questo modo non si aprirà durante la cottura.
Una volta aver formato tutti i cornetti potete scegliere di cuocerli in giornata oppure di congelarli.
Quindi se volete congelare i cornetti, potete disporli su un vassoio rivestito da carta forno e metterlo nel freezer, quando i cornetti saranno congelati potete trasferirli in un sacchetto. Prima di infornarli, lasciarli scongelare e lievitare per 6/7 ore e poi cuocerli.



Se invece, volete cuocere i cornetti in giornata sistemateli sulla placca da forno rivestita e fate lievitare 3 ore.
Iniziate a scaldare il forno a 180°, spennellate la superficie dei cornetti con l’uovo sbattuto e cospargeteli con la granella di zucchero.


Cuocete i cornetti per 20 minuti circa, la superficie dovrà dorarsi, a fine cottura prima di sfornarli lasciateli riposare qualche minuto.



Quindi trasferite i cornetti su un vassoio, spolverate con dello zucchero a velo e buona colazione a tutti!


Consigli utili:
  • Quando dovete congelare i cornetti prima di insaccarli disponeteli su un vassoio e solo quando saranno ghiacciati trasferiteli in un sacchetto.
  • Potete farcire i cornetti con creme a piacere (es. nutella, crema pasticcera, marmellata...) utilizzando una siringa da pasticcere
  • Durante la cottura in forno i cornetti si gonfieranno quindi lasciate una certa distanza tra di loro per evitare che si attacchino. 


Pastiera Napoletana

Dosi: per una base di 26 cm  Tempo di preparazione: 1 ora e 30 minuti  Tempo di cottura: 1 ora

La pastiera napoletana è un tipico dolce pasquale e fa parte della cucina napoletana. La pastiera ha come base una frolla delicata e friabile ed un ripieno fatto di crema di ricotta, grano cotto e crema pasticcera. Alcune ricette prevedono l’aggiunta dei canditi, ma poiché in famiglia sono poco graditi non li ho aggiunti! Sembra quasi un enigma trovare la vera ricetta della pastiera napoletana per questo motivo non posso dire che la mia sia quella originale, ma posso confermare il risultato ottimo che ottengo ogni volta che la preparo. A voi con la ricetta:

Ingredienti  per una pastiera 
…per la frolla:
> 260 gr di di farina 00
> 120 gr di burro a temperatura ambiente
> 110 gr di zucchero
> 1 uovo + 1 tuorlo
> 2 cucchiai di lievito per dolci
> La buccia grattugiata di un limone

…per il ripieno:
> 400 gr di ricotta fresca
> 220 gr di grano cotto
> 200 gr di latte intero
> 170 gr di zucchero
> 60 gr di burro
> 3 uova
> Un cucchiaino da te di aroma alla vaniglia
> Un pizzico di sale
> 50 gr di frutta candita a piacere


Procedimento 
Come fare la pastiera napoletana 


Come prima cosa preparate la frolla: sul piano di lavoro setacciate la farina a fontana, create un buco centrale e mettete il burro morbido, lo zucchero, le uova, la buccia del limone grattugiata e il lievito. Lavorate tutti gli ingredienti velocemente con la punta delle dita, amalgamate il tutto fino a formare una pasta liscia e omogenea.



Formate una palla che avvolgerete nella pellicola alimentare trasparente e lasciate riposare in frigo. 




Nel frattempo, preparate il ripieno: quindi lavate abbondantemente il grano cotto, scolatelo e mettetelo in un pentolino dal fondo spesso. Unite il latte, 15 gr di zucchero e il burro, fate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti, finchè il latte non sarà assorbito completamente. Una volta che il latte sarà assorbito, lasciate raffreddare il grano cotto completamente.



Adesso, scolate e setacciate la ricotta passandola nello schiacciapatate ( o nel passaverdura ) per renderla più cremosa. Unite alla ricotta, 80 gr di zucchero e mescolate delicatamente con una spatola fino ad ottenere una crema omogenea.






A questo punto prendete le uova e separatele in due ciotole diverse. In una ciotola montate i tuorli con il restante zucchero, ovvero 75 gr. In un’altra ciotola montate a neve ben ferma gli albumi con il pizzico di sale. Quindi incorporate gli albumi ai tuorli, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. 




Infine unite al composto di uova anche la crema di ricotta, il grano cotto ormai freddo e l’aroma. Mescolate ancora il tutto molto lentamente per ottenere questa crema.






Prendete la frolla dal frigo, stendetela sul piano di lavoro (leggermente infarinato) e ricavate una sfoglia di circa mezzo cm di altezza. Imburrate una teglia per crostate e rivestite con la frolla, eliminate con un coltello la pasta in eccesso. Versate all’interno la crema ottenuta e livellatela bene.






Stendete la frolla rimasta e tagliate delle striscioline e disponeteli sopra la crema, così da formare dei rombi.






Infornate la pastiera a 180° per 1 ora circa. 

Passato il tempo di cottura lasciate intiepidire la pastiera in forno spento almeno 15-20 minuti. 

Consigli utili: 
  • Dopo aver cotto la pastiera lasciarla riposare almeno un giorno, avrà una consistenza migliore e sarà ancora più buona. 
  • Nella crema della pastiera potete aggiungere della frutta candita a piacere o gocce di cioccolato. 
  • La pastiera va servita con dei vini dolci come lo Zibibbo o il Moscato

Funghi trifolati "piccanti"

Difficoltà: facile  Tempo di preparazione: 10 minuti  Tempo di cottura: 30 minuti

I funghi trifolati "piccanti" sono ottimi come contorno per accompagnare la carne, per arricchire un buon piatto di polenta fumante o serviti su crostini di pane. Un piatto semplice, veloce, economico e saporito.
Ottimi pure per condire spaghetti o tagliatelle. Questi funghi oltre ad essere molto saporiti sono molto piccanti, quindi per chi non ama il sapore troppo forte del peperoncino può dimezzare le dosi o addirittura eliminarlo del tutto. Ecco a voi la ricetta per prepararli:

Ingredienti
> 500 gr di funghi freschi (champignon)
> 300 gr di pomodorini maturi
> 3 spicchi di aglio
> Olio extravergine d’oliva “Fratelli Carli
> 2 cucchiaini rasi di peperoncino
> Prezzemolo fresco q.b.
> Sale q.b.

Procedimento
Come preparare i funghi trifolati piccanti





Per prima cosa lavate sotto l’acqua corrente i funghi eliminando il terriccio, se è il caso aiutatevi con un coltello a lama liscia, raschiando la superficie dei funghi molto delicatamente a fine di eliminare la terra completamente.  Private i funghi del loro gambo e riduceteli a pezzetti non troppo piccoli.
Lavate ed asciugate i pomodorini, tagliare anch’essi  in piccoli pezzi.






In un tegame scaldate 3 cucchiai di olio e fatevi rosolare gli spicchi di aglio, unite anche i pomodori con un pizzico di sale e fate cuocere a fuoco basso per 5 minuti.





Trascorso questo tempo aggiungete i funghi, il prezzemolo tritato, il peperoncino e mezzo bicchiere di acqua, coprite e continuate la cottura a fuoco moderato per 20/25 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno di tanto in tanto.

A fine cottura, asciate raffreddare i funghi trifolati piccanti prima di servirli.

Consigli utili:
Fate cuocere i funghi in un tegame a fondo alto per una cottura migliore, inoltre durante la cottura potete aggiungere dell’acqua solo se necessaria.