Pizze a Modo Mio


Salve a tutti miei cari, oggi vi farò un elenco delle pizze che ho preparato la scorsa settimana con i rispettivi ingredienti e i vari procedimenti. Che fatica è stata! Avevo ospiti a cena e mi è venuta questa brillante idea di fare la pizza in casa. Immaginate con il caldo e la temperatura del forno, wow! Un vero sballo è stato! Però ne è valsa la pena, perchè le mie pizze hanno riscosso un successone, ma la parte migliore della serata è stato quando ho servito il dolce una vera delizia. 


Inizio dicendovi che ho preparato 1 kg di pasta per pizza (per la ricetta clicca qui) e ne sono venuti fuori 6 pizze di media grandezza, ed ecco a voi le mie pizze:


  • Pizza con patate e wurstel
  • Pizza con verdure grigliate
  • Pizza con funghi e pancetta
  • Pizza piccante
  • Pizza capricciosa
  • Calzone con la nutella
Dopo aver preparato la base per la pizza, lo divisa in 6 panetti uguali, ho tirato ogni panetto con il mattarello, cercando di dargli una forma rotonda e molto sottile. Ho realizzato 6 dischi di media grandezza e li ho disposti su apposite teglie per pizze unte d'olio, li ho messi in forno (spento) e fatti lievitare per almeno 30 minuti.
Nel frattempo ho preparato tutti gli ingredienti per condire le pizze.

Per la pizza con patate e wurstel:

- 3 cucchiai colmi di passata di pomodoro, condita con sale e olio
- 100 gr di scaglie di mozzarella per pizza
- 4 wurstel piccoli
- patatine fritte, all'incirca una porzione
- origano e olio

Procedimento:

Ho preso la mia base per pizza ed ho messo la passata di pomodoro su tutta la superficie, le scaglie di mozzarella in modo uniforme, le patatine, i wurstel tagliati a rondelle, un filo di olio e origano. 
Ho infornato in forno preriscaldato a 190° per 15 minuti.










Per la pizza con le verdure grigliate:

- 1 peperone piccolo grigliato
- 1 melanzana piccola grigliata
- 1 zucchina grigliata
- 3 cucchiai colmi di passata di pomodoro. condita con sale e olio
- 100 gr di scaglie di mozzarella per pizza
- origano e olio

Procedimento:

Ho preso la seconda base per pizza, anche qui ho messo la passata, la mozzarella, le verdure grigliate, origano e olio.
Ho infornato a 190° per 15 minuti.













Per la pizza con funghi e pancetta:
- 3 cucchiai colmi di passata di pomodoro, condita con sale e olio
- 100 gr di scaglie di mozzarella per pizza
- 100 gr di funghi trifolati
- 5 fettine di pancetta
- origano

Procedimento:

Altra base per pizza, ho aggiunto la passata di pomodoro, la mozzarella, i funghi trifolati, la pancetta e l'origano (in questa pizza non ho voluto esagerare con l'olio, infatti alla fine non l'ho messo). 
Ho infornato alla stessa temperatura delle altre e stessa durata.










Per la pizza piccante:

- 3 cucchiai colmi di pomodoro, condita con sale e olio
- 100 gr di scaglie di mozzarella per pizza
- 1 peperone piccolo grigliato
- 1 cipolla
- 10 olive nere
- origano
- olio e peperoncino

Procedimento:

Ho preso l'altra base per pizza, ho aggiunto la passata di pomodoro, la mozzarella, il peperone tagliato a listarelle, la cipolla tagliata finemente, le olive snocciolate, origano, peperocino abbondante e olio. 
Ho infornato e servito.








Per la pizza capricciosa:

- 3 cucchiai colmi di passata di pomodoro, condita con sale e olio
- 100 gr di scaglie di mozzarella per pizza
- 2 uova sode
- 2 fette di prosciutto cotto
- 50 gr di funghi
- origano e olio

Procedimento:

Ho aggiunto nell'altra base per pizza, la passata di pomodoro, la mozzarella, i funghi tagliati, le uova tagliate, ho spezzettato il prosciutto, e per finire origano e olio. 
Ho infornato a 190° per 15 minuti.











Per il calzone con la nutella:

- semplicemente nutella (io utilizzo la Ferrero)
- zucchero a velo per la superficie

Procedimento:

Nell'ultima base per pizza ho spalmato uno strato spesso di nutella, ho richiuso formando una mezza luna e infornato a 190° per 15 minuti. 
Ho cosparso la superficie con dello zucchero a velo.





Base per Pizza

Buongiorno carissimi, purtroppo in questi giorni sono poco presente e non perchè  mi dimentico del mio blog, questo mai! Dovete sapere che io sono il classico prototipo di mamma iperprotettiva ed ho fatto lo sbaglio di non iscrivere i miei figli alla colonia estiva, pura paura! Quindi loro a casa si annoiano e per riparare al mio errore cerco di portarli fuori il più possibile: quindi parco, mare, MC Donald's e altre faccende da bambini. Almeno si distraggono, non mi va che trascorrono l'estate a soffocare dal caldo e li porto un pò in giro. Ma voi capite vero?...


Comunque penso che oggi mi farò perdonare pubblicando questa ricetta...si perchè non è la semplice ricetta con i vari procedimenti, ma io lo considero un post rivelatore per alcuni di voi, quindi vi consiglio di leggerlo fino in fondo prima di procedere con la ricetta. Un bacione a tutti e a prestissimo con altre ricette!


Ingredienti per l'impasto:
- 250 gr di farina manitoba (io ho usato la Lo Conte)
- 250 gr di farina di semola rimacinata
- 20 gr di lievito di birra
- 2 cucchiai di zucchero
- 1 cucchiaio raso di sale
- 200 ml di acqua affervescente
- 2 cucchiai di strutto
- 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva

Dosi: 500 gr di pasta per pizza

Difficoltà: media
Tempo: 15 minuti per la preparazione + 2 ore per la lievitazione

Procedimento:
Come prima cosa dovete prelevare dal totale dell'acqua 50 ml e intiepiditela, versatela in un bicchiere e aggiungete 1 cucchiaio di zucchero e il lievito sbriciolato. Lasciate riposare per 3-4 minuti.



Nel frattempo miscelate le due farine e metteteli dentro la ciotola della planetaria ( io l'impasto l'ho preparato con la planetaria, ma se voi preferite potete impastare a mano. Ci vorrà un pò più di tempo, ma il risultato sarà comunque ottimo), mettete lo zucchero rimasto, il sale e lo strutto. 
Una volta che il lievito si sarà riposato, sulla superficie dovrà formarsi una schiumetta, questo significa che sarà pronto per essere utilizzato. Quindi versatelo nella ciotola della planetaria e mettetela in funzione a velocità media.
Man mano che gli ingredienti iniziano ad unirsi, aggiungete poco per volta l'acqua (tenete conto che le dosi dell'acqua sono approssimative, perchè la quantità effettiva di acqua può dipendere da diversi fattori, ad esempio dal livello di umidità della farina che utilizzerete, quindi consiglio di aggiungere l'acqua poco per volta). Lasciate lavorare l'impasto per circa 3 minuti e solo alla fine aggiungerete l'olio.



A questo punto dovrete ottenere un impasto liscio e morbido, quindi trasferitelo su un piano infarinato e continuate ad impastarlo con le mani per 1 minuti circa.
Dopodichè mettetelo dentro una ciotola molto capiente,copritelo e mettetelo a caldo, lasciatelo lievitare per 2 ore circa. 
Trascorso questo tempo, l'impasto per la pizza sarà pronto.

In questo post volevo condividere con voi, oltre alla ricetta e il procedimento da seguire alla lettera, alcuni trucchetti che oggi mi permettono di preparare una pizza davvero buona.

In passato ho seguito diverse ricette per la pizza, ma il risultato è stato...come dire, mangiabile! Oggi, invece, facendo un'accurata ricerca e dopo aver provato e riprovato diverse varianti, finalmente ho raggiunto il risultato che volevo. E cioè una pizza croccante si, ma morbida allo stesso tempo. Gustosa, non troppo spessa, e molto saporita. 
Ma per ottenere questo risultato, dovrete purtroppo, continuare a leggere questo post. Eh si! Chissà che noia, ma fidatevi che ne varrà la pena!
Io sono convinta che per ogni buon risultato non bisogna conoscere solo la ricetta, ma sapere anche le cose che si devono e che non si devono fare. Quindi, siccome lo scopo di questo blog è principalmente questo, cercare di risolvere quei piccoli dilemmi in cucina, oggi vi svelerò i miei trucchetti che adotto per la preparazione della pizza.

I miei segreti per una pizza DOC:

  • importante per far venire una buona pasta è il giusto rapporto di acqua e farina, basta un po' d'acqua in più o un po' di farina in meno che la pasta non viene bene;
  • per una buona riuscita usate acqua effervescente, i sali minerali contenuti in queste acque migliorano il risultato della pasta; 
  • la pasta per la pizza non è una pasta che va lavorata molto, se avete un robot da cucina sarete molto avvantaggiati ed è subito pronta in 3 minuti
  • cosa molto importante la scelta della farina da utilizzare: scegliete sempre una farina di ottima qualità e soprattutto la "00", perchè è più facilmente lavorabile, l'impasto risulta più liscio e morbido;
  • se volete ottenere una pizza ancora più soffice potete fare una doppia lievitazione, quindi dopo la prima ora prendete l'impasto lavoratelo per alcuni minuti e rimettetelo a lievitare per altri 2 ore;
  • altra cosa non meno importante è l'alta temperatura di cottura;
  • e per finire un piccolo segreto (che vale per ogni tipo di lievitazione) è la giusta lievitazione: per controllare il punto di lievitazione dovete premere la pasta con la punta del dito, se rimane la fossetta significa che è pronta. Oppure, in alternativa quando mettete la pasta a lievitare potete prelevare una pallina di pasta e metterla in un bicchiere di acqua a temperatura ambiente, quando la pallina salirà a galla la lievitazione sarà conclusa. 
Ecco! Svelati i miei trucchetti, oggi anche per voi preparare la pizza non sarà più un problema.
A volte mi capita di leggere che ebbene tenersi per se i trucchetti culinari, cosa che non condivido affatto. Se fosse così non mi sarei mai sognata di aprirmi un blog, ma una pagina web per pubblicizzare la mia cucina. Io sono dell'idea che non basta pubblicare solo la ricetta, ma inserire anche qualche consiglio in più per evitare di commettere errori. Spero che questo post vi sarà di aiuto in futuro e se avete bisogno di altri consigli sarò felice di aiutarvi. 


Scarica la versione PDF

Insalatina Fresca con Polpa di Granchio e Iceberg

Carissimi, la ricetta che state per leggere è una scoperta che ho fatto recentemente. Esattamente  il giorno della gita dei miei figli. Adesso vi racconterò un pò come è andata: l'asilo che frequentano i miei figli ha organizzato una gita, il 9 giugno, e siamo andati in un parco "Il parco delle ragnatele". Dal nome penserete ad un parco pieno di ragni che faranno da vetrina, invece no! Anche a me inizialmente era venuto il dubbio, ma è svanito nell'istante in cui sono arrivata. Infatti si tratta di un parco si delle ragnatele, ma finte! Un parco delle avventure, dove ci sono aree per bambini, pieni di giochi, scivoli, altalene, dondoli. C'è anche un chiosco bar, che fa anche da ristorante, una piscina, un'area da picnic immensa, dove ci sono enormi tavolate, panche e barbecue. Che dire di più, un posto davvero bellissimo dove i bambini si divertono un sacco e adatta anche per chi vuole rilassarsi un pò! Ma l'attrazione principale che fa da icona al parco, è un lungo percorso tra gli alberi che i bambini devono percorrere. Ed è stato principalmente quel percorso a far divertire i bambini, eh si! Hanno fatto indossare un equipaggiamento che usano gli scalatori, con tanto di casco e imbracatura. Quant'erano buffi a vederli, sembravano degli omini!Ogni bambino doveva percorrere il percorso aiutandosi esclusivamente con i moschettoni, che agganciavano alle funi e la parte più divertente è stata quella con la carrucola. In pratica ogni genitori prendeva in braccio il proprio figlio e lo lanciava verso una pedana imbottita  che ridere nel vederli atterrare come tante pere cotte, poi c'erano anche bambini che piangevano perchè avevano paura, poverini...ma tutto sommato si son divertiti. Poi finito il giro siamo andati a mangiare, pranzo a sacco o quasi...alcuni si son portati un supermercato dietro, infatti tra di loro c'era la maestra di mio figlio che si era portata un sacco di roba da mangiare, dall'insalata di riso, al pane, ai salumi, frutta, dolci, e la celeberrima insalata con polpa di granchio. Si è avvicinata a me, e mi ha offerto gentilmente una porzione di questa insalata assicurandomi che era davvero ottima e che l'avevano preparata dei cuochi.  L'ho assaggiata, l'ho gustata per un pò e dal quell'assaggio me ne sono innamorata, infatti ho provato a rifarla e ho azzeccato la ricetta giusta. Cioè non è che sia difficile, ma mi sono affidata al gusto, e da quella volta è diventata una delle mie insalate preferite, dopo la Nizzarda ovviamente. Provatela anche voi e poi mi direte. 

Ingredienti:
- 300 gr di polpa di granchio
- 10 foglie di iceberg
- 6 coste di sedano
- 1 cipolla rossa o in alternativa 2 cipollotti
- olio extravergine di oliva q/b
- sale e pepe q/b

Dosi: 6 porzioni

Tempo: 10 minuti

Procedimento:
Tagliate la cipolla molto finemente e mettetela in una ciotola.
Tagliate le foglie di iceberg, la polpa di granchio e le coste di sedano. 
Metterli in un'insalatiera capiente e unite anche la cipolla insieme agli altri ingredienti. 
Condite l'insalata aggiungendo un filo di olio, sale e pepe, mescolate bene il tutto e conservate in frigo fino al momento di servirla.
Questa insalatina oltre ad essere buona, si conserva benissimo in frigo per alcuni giorni e il gusto non varia.

Scarica la versione PDF

Mozzarelline in Carrozza (Varie Forme)


Oggi per voi ho una ricettina facile e veloce da preparare, le mozzarelline in carrozza, ma.... dalle varie forme, apprezzatissima dai bambini per le sue forme particolari. L'altro giorno in tv, nel programma della Parodi, le stava preparando con i funghi trifolati. Proprio una bella idea da provare. 

Ingredienti per le mozzarelline in carrozza:
- 16 fette di pancarrè
- 50 gr di mozzarella (io consiglio la mozzarella per la pizza)
- 2 uova
- 50 gr di latte
- 2 fette di prosciutto cotto
- pangrattato q/b
- sale e pepe q/b

In aggiunta:

- formine varie per biscotti
- olio per friggere


Procedimento:
Prendete le fette di pancarrè e tagliatele utilizzando le formine per biscotti che avete scelto. Tagliate la mozzarella a fettine non troppo sottili e larghi non più delle fette di pancarrè. Stesso procedimento anche per il prosciutto.
Mettete sopra ad ogni fetta di pancarrè, il prosciutto, la mozzarella, ancora il prosciutto e infine l'altra fetta di pancarrè.
Adesso preparare le uova: metteteli in una ciotola con il sale e il pepe e frullateli, dopodichè aggiungete il latte, mescolate ancora un pò.
Disponete il pangrattato in una ciotola abbastanza larga (non so dirvi con precisione quanto ve ne occorrerà, io ho messo all'incirca due bicchieri di pangrattato ed è avanzato un pò) e iniziate il procedimento dell'impanatura; quindi passare le mozzarrelline prima nel l'uovo con il latte e dopo nel pangrattato facendolo aderire bene e soprattutto ai lati.
Friggete le mozzarelline in olio bollente, una volta che saranno ben dorati in superficie saranno pronti. Metteteli in un piatto con della carta assorbente e serviteli caldi.

Scarica la versione in PDF

Focaccia Pugliese con Pomodorini

Salve a tutti miei cari, quest'oggi vi proporrò una ricettina davvero buona, la focaccia pugliese con pomodorini.L'ho preparata ieri sera, ed era la prima volta che provavo questa ricetta, quindi non ero del tutto sicura del risultato finale, ma sinceramente come prima volta il risultato è stato ottimo. Io ne ho preparato due varianti: una coi pomodorini, origano, sale e pepe, e un filo di olio; e l'altra con patate, cipolla, origano, sale e pepe, e un filo d'olio. Io li adoro tutti e due, e voi quale preferite?

Ingredienti per l'impasto:
     Dosi per 6 persone
- 125 gr di farina 00
- 125 gr di farina di semola
- 150 gr di patate lesse
- 150 ml di acqua
- 10 gr di lievito
- 1/2 cucchiaio di sale
- 2 cucchiai di olio d'oliva

...per i condimento:

- 10 pomodorini 
- origano fresco q/b
- sale grosso e pepe q/b
- olio q/b

Procedimento:


Lessate le patate: mettete a cuocere le patate in abbondante acqua, una volta cotte togliete la buccia e con l'aiuto di uno schiaccia patate, schiacciateli.

Sul  piano di lavoro disponete le due farine a fontana, mescolatele e fate un buco al centro e aggiungete le patate schiacciate e il lievito disciolto in 50 ml di acqua tiepida, e iniziate ad impastare.

Dopodichè, aggiungete l'olio, il sale e la restante acqua e continuate ad impastare fin quando l'impasto risulterà morbido e un pò appiccicoso.



Mettete l'impasto in una ciotola a lievitare per circa 2 ore, coperto con un canovaccio umido.

Trascorso questo tempo, stendete la pasta nella teglia unta d'olio in modo uniforme e adagiattevi sopra i pomodorini tagliati a metà. Fate una piccola pressione su ogni pomodorino, in modo da far aderirlo bene alla focaccia.




Cospargete la superficie con l'origano, pepe e sale, un filo d'olio e lasciate lievitare per altri 30 minuti.

Infornate la focaccia in forno già caldo a 200° per 25/30 minuti.

Lasciate intiepidire e servite.




Questa è la versione con patate, cipolle e olive, il procedimento è identico, cambia solo il condimento.




Voglio darvi un consiglio: se l'impasto dopo la lievitazione dovesse risultare troppo appiccicoso, cosicchè da non poterlo stendere nella teglia, non dovete far altro che mettere un pò di farina in superficie così vi verrà più semplice stendere la pasta.

Scarica la versione PDF